Agricoltura & Parchi

Comuni

Andria

Le origini di Andria e del suo nome sono diverse: l’ipotesi mitologica la racconta fondata da Diomede che, ricordando la patria, avrebbe dato alla città il nome “Andros”; il primo nucleo urbano potrebbe essere sorto nel I secolo d.C. durante l’evangelizzazione di S. Pietro e S. Andrea a cui dovrebbe il nome; ultima ipotesi la fa nascere fra VIII e IX secolo, ad opera di padri basiliani rifugiatisi in Puglia a seguito delle persecuzioni, con insediamenti scavati nelle grotte (“Antrum”).

A dare dignità di civitas alla città furono i Normanni dopo l’anno 1000 che la cinsero di mura e vi edificarono la cattedrale. La città fu particolarmente amata da Federico II di Svevia che vi volle la sepoltura delle due adorati mogli, Jolanda di Brienne e Isabella d’Inghilterra, nella cattedrale romanica pugliese. Oggi Andria è uno dei maggiori centri agricoli della Puglia e, oltre ad un’ottima produzione di olio extravergine d’oliva, alla specialità casearia della Burrata e ai “tenerelli”, tradizionali confetti dalle varie forme della ditta Mucci, vanta un suggestivo borgo antico con chiese e palazzi di un certo interesse.

Territorio

Collina Collina